Body and soul

Anoressia nervosa, bulimia nervosa, binge eating disorder, bigoressia, ortoressia, pica, ruminazione, mancanza volontaria di assunzione di cibo sono i principali disturbi del comportamento alimentare i D.C.A. Secondo i dati del 2018, in Italia ne soffrono 3,5 milioni di persone, due dei quali in età adolescente.

Le difficoltà del sistema sanitario nazionale, le lunghe attese per ottenere una diagnosi, il confinamento a problema psichiatrico quando invece si tratta di una malattia più complessa, le difficoltà personali e la paura di uscire allo scoperto da parte di ragazze, ragazzi e rispettive famiglie, aggravano e rischiano di cronicizzare la malattia che causa 3500 morti accertati all'anno. I D.C.A. nei giovani sono al secondo posto per decessi dopo gli incidenti stradali. I lockdown del 2020 hanno aggravato ulteriormente la situazione facendo impennare i casi del 30% e ampliando le fasce di età delle persone colpite. Di qui l'urgenza per il D.C.A. di venire riconosciuta come malattia a se stante e di essere inseriti nei LEA, i livelli essenziali di assistenza.

Body and soul è un progetto fotografico iniziato nel 2019 sui disturbi del comportamento alimentare maschile che, mischiando simbolismo e realtà quotidiana, punta a mostrare come la malattia non sia nè una questione esclusivamente femminile, come veicolato dall'immaginario collettivo, né una questione estetica legata al peso comporeo. Il disturbo del comportamento alimentare è generato da sofferenze profonde che portano a sfogare sul corpo il dolore nascosto.

Marco, Mattia, Riccardo, Sebastiano hanno aderito al progetto facendosi fotografare e raccontando le loro differenti traiettorie. Le loro biografie e quelle delle persone che sono loro intorno raccontano storie di silenzio paura e solitudine, ma anche di lotta e speranza e conquista .

"Non mangi? Vuoi partecipare a una sfilata? Quella è roba da donne"Da Corri corvo corri, il libro in cui Sebastiano racconta una parte della sua vita quando il corpo era sempre li con lui e non lo lasciava riposare



    Nessun elemento trovato
CONTATTI